Mare d’inverno – Capodanno al Baltic

DSCN1117

Dopo aver provato l’Hotel Baltic versione estate e mare (vedi qui la nostra recensione), quest’anno abbiamo deciso di trascorrere il Capodanno in questo Hotel per famiglie.

Ecco la nostra vacanza felice.

Martedì 30 dicembre 2014
Partenza ore 10.00, come da programma. La strada è libera e senza traffico. Sulla Roma-L’Aquila troviamo un po’ di neve e gli spazzaneve ogni tanto ci fanno strada e ci incolonniamo tutti dietro di loro a velocità controllata ma tranquilla.
Il viaggio si complica dopo il Gran Sasso. La temperatura scende a -5 e una tempesta di neve ci coglie sull’autostrada per Teramo. Fiocchi enormi, strada bianca e visibilità nulla. Tutti in fila a 30km/h. Per fortuna la bimba dorme.

taglia e schiarisciCon molta prudenza (e un po’ di paura) riusciamo ad arrivare a Teramo dove la situazione è decisamente migliore e la strada pulita e sicura. Arriviamo all’Hotel Baltic di Giulianova in tempo per il pranzo.
Ci accomodiamo direttamente a tavola senza neanche scaricare le valigie.
E’ tutto esattamente come lo avevamo lasciato dall’estate del 2013, certo in più c’è l’Albero di Natale e l’atmosfera delle feste ma l’accoglienza, il calore e il cibo sono gli stessi che ci avevano entusiasmato anche la scorsa estate.
Dopo pranzo ci sistemiamo nella camera e ci riposiamo un attimo. Fuori imperversa il maltempo con brevi nevicate e tantissimo vento gelido.
Alle 17 c’è il laboratorio per realizzare la collana per capodanno. Decido di iscrivermi per mettere alla prova le mie (scarse) abilità manuali. In un’ora e mezza di paziente e laborioso lavoro di infilo, ecco il mio bel capolavoro in bianco e nero (con perla rossa ben augurante!). Sono molto fiera di me. Non me lo aspettavo!

WP_20141230_008
La mia collana in perle

Nel frattempo, nella sala giochi al piano di sotto la bimba si divertiva a giocare con gli altri bimbi con il trenino, la cucina, insieme al magnifico staff delle animatrici.

tagliaSi è fatta l’ora di cena, tutti a tavola.
Dopo cena, baby dance, la favola della buona notte e a letto presto che la giornata è stata lunga ed impegnativa per tutti, grandi e piccoli.

Mercoledì 31 dicembre 2014
Si comincia l’ultima giornata dell’anno con una bella e ricca colazione. Prima di buttarci nel ricco programma di attività, decidiamo di provare ad uscire un attimo dall’albergo per andare a “vedere il mare” che è di fronte e per prendere una boccata d’aria. Mai idea fu più sbagliata! La passeggiata finisce dopo neanche 3 minuti; attraversiamo la strada, guardiamo il mare e torniamo immediatamente indietro. Vento gelido, sabbia che vola ovunque – bocca nostra compresa -. Impossibile stare fuori. Meglio rientrare nel calduccio dell’hotel. Anche così, però, il mare d’inverno mantiene tutto il suo fascino.taglia 2

Questa mattina la passerò con la bimba. Ci ritroviamo di nuovo nella sala giochi dove ci mettiamo a giocare con le perline e io, ormai diventata bravissima, aiuto Greta a fare un grazioso braccialetto in perline tutto colorato!

Subito dopo, comincia il laboratorio della pasta di sale. Dobbiamo preparare i segnaposto per la cena di questa sera. Ci mettiamo a pasticciare insieme e prepariamo un pupazzo di neve e una ghirlanda e li sistemiamo sul vassoio per la cottura. Poi ci mettiamo a giocare con il trenino di cui mia figlia si è innamorata.
Poi pranzo e poi un po’ di riposo in vista dei festeggiamenti di questa sera.

Mentre mia figlia dorme beata, io mi concedo un bel massaggio relax – un omaggio per aver prenotato la vacanza tramite Around Family – che mi toglie tutte le fatiche dell’anno (magari fosse!!! Ma mi piace pensarlo!).
Dopo un bel riposino di quasi 3 ore della bimba, siamo pronte per tornare ai laboratori e ci mettiamo subito a dipingere il segnaposto che nel frattempo è stato cotto. Mia figlia si diletta con i pennelli e colora il pupazzo di neve.

Poi è la volta delle maschere per la serata a tema “Alice nel paese delle Meraviglie” che ci sarà stasera, poco prima della mezzanotte. Facciamo una bella maschera di carta, a forma di gatto e mentre io la coloro, lei se ne va a giocare con il trenino!

Jpeg

Poi tutti in camera a prepararsi per il gran veglione! Io indosso la mia opera in perline con somma soddisfazione!
Al via il cenone, ricco e ottimo. Forse un po’ lungo da sopportare per mia figlia ma abbiamo cercato di intrattenerla con cartoni sul tablet, disegni, palloncini…
Alla fine, al buffet di dolci non ha resistito ed è voluta scendere giù alla sala giochi a giocare… con il trenino! Io e mio marito abbiamo fatto i turni per stare con lei, perché, ovviamente, lei da sola non ci voleva stare e voleva che almeno uno di noi due fosse giù nella sala con lei. Facciamo i turni fino alle 23.45 quando tutti si ritrovano in veranda per i dolci e per il count-down.

A mezzanotte ci facciamo gli auguri, facciamo la nostra prima foto del 2015 tutti e tre e andiamo a dormire che la bimba non regge più!

Giovedì 1 Gennaio 2015
Il primo dell’anno è una giornata stupenda. Finalmente il vento è cessato, il cielo è azzurro terso e il sole splende sul mare. Il tradizionale bagno del primo dell’anno è assicurato (non per noi ovviamente, brr!).
Anche questa giornata inizia nella sala giochi. Ci divertiamo a ballare e a giocare con i palloncini, aspettando le 11 per andare tutti in spiaggia a far volare le lanterne.
Dopo colazione infatti ci avevano consegnato la maglietta dei 30 anni del Baltic e la lanterna di carta con alcuni pennarelli. Mentre Greta giocava io mi sono dedicata alla scrittura dei desideri sopra la lanterna.

Lanterna da schiarireAlle 11 tutti in spiaggia. Accensione delle lanterne e lancio in aria… Uno spettacolo molto suggestivo.

Jpeg
Il lancio delle lanterne

Poi cioccolata calda, panettone e pandoro per tutti in attesa del tuffo di mezzogiorno. A mezzogiorno il gruppo dei coraggiosi arriva in tenuta da Babbo Natale e dopo un breve riscaldamento si tuffano in acqua tra gli applausi della folla!
E’ il momento del pranzo di Capodanno (basta col cibo, vi prego!!!). Riposino per la bimba.
Mentre Greta si riposa io mi faccio una bellissima chiacchierata con Margherita, una delle animatrici dei bimbi, e parliamo dell’iniziativa “Nati per Leggere” che io già conosco ma che approfondisco molto volentieri con lei che è molto preparata sull’argomento.
Anche questo pomeriggio è denso di appuntamenti. Mentre il marito partecipa al laboratorio di preparazione del vero cappelletto emiliano, io e la bimba partecipiamo alla costruzione di un “acchiappa sogni”. Per fortuna che la mattina in spiaggia avevamo raccolto alcuni conchiglie….
Scegliamo le conchiglie, il bastoncino e i pezzetti di lana e costruiamo il nostro bel acchiappa sogni che le animatrici completano con la colla a caldo.

WP_20150101_008
L’acchiappasogni

Appena finito, via a giocare con il trenino e la cucina…. (ormai sono rassegnata!). Saliamo su giusto in tempo per fare una foto al papà chef che aveva appena finito di preparare i suoi cappelletti!!!

DSCN1138
Papà chef!

E torniamo in camera a riposarci.
Dopo cena, tombola ed estrazione della lotteria … e non ci si annoia! Anche questa volta ci alterniamo con la bimba nella sala giochi.
Inutile dire che a tombola non abbiamo fatto neanche ambo… per non parlare dell’estrazione della lotteria dove vincono il terzo ed il primo premio i tavoli che, duranti i pasti, sono rispettivamente a sinistra e a destra del nostro… quando si dice la “fortuna”!
Unica nota positiva, la consegna degli attestati di partecipazione al laboratorio del cappelletto romagnolo … Evviva… lo appenderemo sicuramente in cucina!

taglia 3Venerdì 2 gennaio 2015
E’ tempo di partire, di lasciare il mare e di tornare a casa. Dopo colazione, carichiamo la macchina, prendiamo l’ultimo caffè, salutiamo tutti e saliamo in macchina direzione Roma.
E’ stata una bellissima vacanza. Anche se non ho quasi mai messo il naso fuori dall’hotel non mi sono mai annoiata, ho imparato a fare un sacco di cose, ho messo alla prova la mia manualità, ho passato del tempo prezioso con mio marito e mia figlia, condividendo con loro momenti di qualità che nella vita frenetica di ogni giorno capitano di rado.
Infine, anche la sera di capodanno è stata carina, senza eccessi, senza clamori. Il giusto festeggiamento allegro e sereno. E lo scrive una persona che non ama per niente la sera di San Silvestro e che ha sempre detto di voler andare a dormire alle 21.00 (e negli ultimi 3 anni lo ha anche fatto!). Grazie Amici del Baltic. Speriamo di tornare presto!
Chiara Tedone

Mamma che bello

DSCN1120

Noi tre

Un pensiero su “Mare d’inverno – Capodanno al Baltic”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...