Civita di Bagno Regio e il suo ponte

Nell’incanto della Tuscia con i bambini

Ecco un “viaggio”meraviglioso da vivere con i bambini:
quello nella Tuscia viterbese!
A cavallo tra Lazio e Toscana, vi conquisterà con la sua natura (laghi, colline, boschi), la sua arte (palazzi, cittadine, castelli) e i suoi “luoghi fantastici” (Bomarzo e il Giardino dei Tarocchi).

Che abbiate a disposizione un weekend o una vacanza più lunga, ecco cosa, come e dove scoprirla con i bambini

Lago di Vico

Lago di Vico

Il modo migliore di godersi la bellezza di questo lago è scegliere uno dei complessi attrezzati (specialmente per chi ha bimbi piccoli), uno di questi è La Bella Venere.Spiaggia de La Bella Venere sul lago di Vico
Qui ce n’è per tutti i gusti: potete fare il bagno sulla spiaggia un vero stabilimento balneare con noleggio lettini, sdraio, ombrelloni, pedalò e canoe. Potete mangiare al ristorante dell’hotel o all’aperto nell’area barbecue/picnic (su prenotazione e a noleggio), preparando una bella grigliata vista lago o con colazione al sacco.La-Bella-Venere-area-picnic-barbecue
Potete decidere anche per la zona Vicolandia, dove c’è  pizzeria, bar, ristorante, centro sportivo e un grande parco giochi (con gonfiabili, casa delle palline e altro) coperto d’inverno e scoperto d’estate.
Se i bambini hanno voglia di andare alla scoperta dei dintorni, si possono anche seguire numerosi sentieri, alcuni adatti anche a passeggini e biciclette.
Note: I servizi igienici per disabili sono al centro sportivo e al ristorante dell’hotel.
I menù per celiaci sono disponibili solo nel ristorante dell’hotel.

Civita di Bagnoregio

Civita di Bagno Regio e il suo ponte

Non è solo un borgo meraviglioso: è un vero e proprio paese incantato che sembra uscito da un’illustrazione per le fiabe, con quell’unico ponte che conduce in cima al monte dove è arroccato il borgo, da percorrere rigorosamente a piedi. Scegliete di andarci in un giorno feriale o semiferiale, quando il flusso dei turisti non è imponente e andateci solo se avete bambini “camminatori” e senza passeggini al seguito perché il tragitto da fare a piedi è lungo e scomodo e un po’ accidentato.  All’arrivo consigliamo di parcheggiare l’auto nel parcheggio a sinistra del bivio che trovate all’arrivo. E’ un po’ più lontano dell’altro parcheggio sotto il ponte ma da qui si può ammirare Civita dall’alto. Preparatevi ad una bella camminata/scalata per arrivare alle porte della città ma ne vale la pena. La meraviglia è pronta ad assalirci nello scoprire un paese dove non esistono le automobili e le strade asfaltate, dove minuscoli vicoli e stradine sono attraversate da piccoli ponticelli che collegano case e abitazioni, dove salite e discese svoltano improvvise in scorci di incredibile bellezza con panorami mozzafiato sulla valle. Per mangiare qualcosa ci sono le trattorie e dei bar che offrono anche primi piatti e bruschette, attenzione però che qui il bancomat quasi non esiste!

Palazzo Farnese

Palazzo-Farnese

Nel centro storico di Caprarola, proprio nella piazza principale, c’è la scalinata con cui si accede al bellissimo Palazzo Farnese.(con i passeggini è un pò scomodo, ma fattibile, ci sono tante scale, ma larghe e basse).Scala-Regia

Il Palazzo,a pianta pentagonale, ha un fossato esterno che i bambini adorano, ma la cosa che gli piacerà di più sarà quando, visitando il piano terreno ( con bellissime sale affrescate e i soffitti dipinti) le guide racconteranno storia e aneddoti buffi (come gli inganni acustici della Sala degli Angeli, dove parlarsi senza che nessuno riesca a sentire o  gli ingegnosi stratagemmi per passarsi messaggi segreti).
La visita si conclude nel parco (che di domenica è chiuso), dove ci sono giardini, labirinti, fontane e giochi d’acqua veramente incantevoli.

La-Scala-Regia
Note:
Parcheggi: nelle strade limitrofe al piazzale.
Biglietti: 5€ adulti, gratis under 18.
Visite: Le visite guidate sono ad orari fissi. (supplemento solo per gli adulti  2,50€) Le visite specializzate per bambini e/o in costume rinascimentale vanno prenotate (0761 647941-0761 645404-338 2042866-info@tusciaforyou.com).

Parco dei Mostri di Bomarzo

Parco dei Mostri di Bomarzo_bocca grande

Un luogo unico nel suo genere, a metà tra museo e un parco artistico: Sfingi, elefanti in procinto di uccidere guerrieri, lotte tra Draghi, l’Orco, la Bella addormentata nel bosco, animali a tre teste e tante altre sculture emozionanti (e qualcuna un pò paurosa).
E, assolutamente da non perdere, la Casa inclinata, una costruzione “storta”, a due piani, che fa venire il mal di mare appena entrati.

Parco dei Mostri di Bomarzo-la casa inclinata

Non è necessario seguire un percorso preciso, ci si può perdere piacevolmente per i sentieri, e divertirsi ad essere sorpresi all’improvviso da una scultura dalle forme strane che spunta in mezzo al bosco o nascosta da un cespuglio: i bambini si divertiranno moltissimo a fare a gara a chi ne individua di più, a chi le riconosce ed a dare un nome alle più strane (e proveranno sicuramente ad arrampicarsi su ognuna!)

elefante
Note:
Parcheggio: ampio e gratuito.
Biglietti: Adulti 10€; Bambini 4- 13 anni 8€
Solo all’ingresso del parco sono presenti servizi igienici e area self service.
E’ sconsigliato ai passeggini per via dei sentieri scoscesi e la presenza di scale anche ripide (meglio dotarsi di marsupio portabimbo).

Giardino dei Tarocchi

Giardino dei Tarocchi-statua

Un parco artistico di accecante bellezza, costituito da 22 statue che raffigurano le carte degli arcani maggiori dei Tarocchi (anche se i bambini ci “vedono” quello che vogliono)Il Giardino dei Tarocchi-le statue

Opera della scultrice franco-americana Niki de Saint Phalle che le realizzò ispirandosi  alle coloratissime e pazze sculture di Gaudì a Parc Guell a Barcellona.
La visita al parco dura un paio d’ore, ma potete rimanere il tempo che desiderate per godervi tutta la magia di questo luogo. (ci sono anche numerose fontanelle d’acqua lungo i percorsi).
Le installazioni sono costruite in acciaio e cemento e ricoperte di vetri, specchi e ceramiche colorate, alcune sono visitabili al loro interno ed in altre è possibile salire fino alla cima (ma non sono recintate:attenzione ai più piccoli).

Giardino dei Tarocchi-dettagli

Note:
Biglietti: Adulti 12€. Ragazzi 7-16 anni 7€.
Parcheggio: Gratuito
Servizi: solo un  piccolo chiosco all’ingresso.

Dove dormire: 

Agriturismo Tenuta di Corbara, ad Orvieto. Leggi la recensione nella guida di Around Family

Agriturismo Valle di Vico, a Carprarola, Viterbo. Leggi la recensione sul blog. 

 

Un pensiero su “Nell’incanto della Tuscia con i bambini”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...