Borghi da favola: con i bambini alla scoperta degli Alberghi Diffusi

Avete mai pensato a portare i bambini in un albergo che, anzichè ospitarvi “solo” in una camera, vi accoglie in un’intero borgo?
Appoggiati in deliziose valli in mezzo alle montagne, adagiati su verdi alture tra distese di campi e papaveri, immersi in boschi intricati o seminascosti dalla vegetazione:  sono piccole comunità, borghi,
paesi,  destinati ad essere abbandonati e cancellati dal tempo,
se non fossero riusciti a trovare nuova linfa vitale
nei turisti, nei viaggiatori o nei semplici curiosi ai quali offrire “Ospitalità Diffusa“.

Nati da circa un decennio, gli Alberghi Diffusi, ovvero case, ville e
interi borghi ristrutturati e organizzati per l’offerta turistica, proprio come farebbe un albergo, sono la chiave di sopravvivenza e, spesso, anche di rinascita per tanti meravigliosi borghi in paradisi naturali di enorme fascino: dei veri e propri patrimoni ambientali.

Viaggio negli alberghi diffusi italiani adatti alle famiglie e ai bambini.

Questa è la prima puntata di un viaggio nell’ospitalità diffusa a
misura di famiglia in Italia
: abbiamo selezionato, studiando l’elenco delle strutture iscritte all’Associazione nazionale Alberghi diffusi, quegli alberghi e quelle realtà che, oltre ad essere inserite in contesti naturalistici di incredibile pregio da mostrare assolutamente ai bambini, hanno particolari attenzioni per le famiglie: o perchè
le case sono appositamente destinate alle famiglie (alcuni anche con servizi specifici offerti ai bambini, anche neonati), oppure perchè il territorio circostante è pieno di meraviglie da scoprire.

Ovviamente non basta ristrutturare una casa o un borgo perché si possa parlare di albergo diffuso: invece si può definire tale quando, assieme all’offerta turistica,  è presente anche una “comunità accogliente” in grado di rappresentare le tradizioni, le usanze e la cultura dei luoghi che le ospitano. E queste sono proprio le caratteristiche di quelli che abbiamo scelto…

FRIULI VENEZIA GIULIA

Albergo Diffuso Forgaria Monte Prat

Siamo in un paradiso naturale. L’altopiano del Monte Prat si affaccia sulle vallate friuliane attraversate dal fiume Tagliamento, mentre tutto intorno qui è Riserva naturale regionale del Lago di Cornino, su una superficie di 487 ettari al confine tra il Comune di Forgaria nel Friuli e di Trasaghis.

Questa è sempre stata zona di case rurali, anche denominate stavoli, case tipiche di questa zona del Friuli costruite in pietra locale: molte rischiavamo di finire in macerie, eventualità fortunatamente
scongiurata dalla creazione del “Parco di Conservazione di Monte Prat” e successivamente della creazione dell’Albergo Diffuso Forgaria Monte Prat , che oggi offre queste caratteristiche case
in affitto per vacanze estive/invernali
in Friuli, o weekend in montagna immersi nelle usanze e nelle tradizioni di questa regione.

Gli alloggi sono 28 :  bellissime case sparse lungo tutta la zona.
Da 2 fino a 6 posti letto ciascuna, sono dotate di cucina attrezzata
e abitabile, camere da letto matrimoniali e letti a castello per i bambini e soggiorno (alcune con camino)
; alcune hanno la terrazza, l’orto, il giardino con barbecue, quasi tutte con incredibile vista panoramica; altre ancora sono vere e proprie ville fino a tre camere da letto, cucina-soggiorno, immerse nei boschi.

L’albergo non è stato ancora scoperto dal turismo di massa e per questo è ancora più suggestivo e fruibile dagli appassionati di
vacanze in montagna che qui troveranno davvero panorami e
paesaggi indimenticabili.

COSA FARE a Forgaria Monte Prat:
Quaranta km di sentieri tabellati CAI
, in mezzo alla natura incontaminata e spazi sconfinati; eventi mensili sotto il segno del “passeggiare insieme”.  Per chi vuol fare un po’ sul serio e ha bambini grandi che accettano sfide c’è la scalata del Monte Cuar (1478 mt), parziale o totale, lungo i percorsi che abbracciano tutto il vasto territorio del Friuli collinare e che attraversa valli, parchi naturali, incantevoli laghi e antichi borghi.

Ciclismo e Mtb con una enorme varietà di intinerari e una scuola di
ciclismo fuoristrada a partire da 8 anni di età.
Appassionati di rapaci? Qui c’è anche una scuola di falconeria :
Ali nella notte” un centro Rapaci Notturni con annessa Scuola di Falconeria Sportiva (non venatoria), l’unica nella Regione, rivolta a coloro che vogliono diventare falconiere e detenere rapaci propri.
Offerte in corso: Fino al 31 maggio un weekend di due notti in appartamento due adulti e due bambini parte da 136€ per l’intero periodo. (Utilizza il form a fondo pagina per info e preventivi).

PIEMONTE

Locanda degli elfi

Ancora in montagna: siamo in alta valle Maira (1540-1575 m slm), sulle alture intorno a Cuneo. Qui il paesaggio è davvero incredibile: l’intera valle, che segue il corso del fiume Maira, si divide e si ramifica in altre valli che dividono i monti e le creste di tutto il comprensorio. La Locanda Degli Elfi si trova a Preit di Canosio le tipiche case in pietra di questo lato del Piemonte sono state ristrutturate e
offerte a turisti e viaggiatori (con particolare attenzione alle famiglie con bambini) secondo la formula dell’ospitalità diffusa.

L’accoglienza è costituita da camere doppie con bagno, e anche
appartamenti in mezza pensione,
a partire da 65 euro fino a 85 euro a persona negli appartamenti più belli in alta stagione.
Alcune camere hanno l’idromassaggio, balcone, terrazzo o finestre, che si affacciano sempre sulla natura circostante, con aree di distensione all’esterno riservate alle varie case, e per chi lo desidera c’è anche il soggiorno in B&B a partire da 45 euro a persona.

COSA FARE alla Locanda degli elfi:
la Locanda è si pone come punto di riferimento di tutti gli ospiti,
offrendo a chi cerca soprattutto relax e riposo ristorante, sauna, massaggi e solarium e divertimento moderato alla sera serate di musica tradizionale. Chi invece ama le escursioni le possibilità sono tante: laghi e laghetti, come il Lago Nero e il Laghetto della Meja, cime e colli, tutto qui parla di natura incontaminata.
Itinerari per il trekking a piedi, in auto, in bicicletta o in moto, e specifici per mountain bike e passeggiate a tema naturalistico o architettonico. Da non perdere la visita guidata all’altipiano della Gardetta, alla ricerca delle impronte del dinosauro del Triassico.

Particolare attenzione ai bambini da 3 a 12 anni di età: sconto 30% in camera con i genitori, lettini gratis. Per i neonati lettino con
cuscino antisoffoco, coperte e lenzuola, seggiolone nel ristorante
.
Il lettino è fornito gratuitamente, ci sono i fasciatoi, in tutte le camere c’è una tisaniera e  in alcune il frigobar ( scaldapappe e vasino, su richiesta, sono forniti gratuitamente) .
(Info, preventivi e prenotazioni nel form a fondo pagina).

LOMBARDIA

Albergo diffuso di Ornica

È un antico borgo montano dell’alta Valle Brembana, a 51 km da Bergamo. Anche questa comunità rurale rischiava di scomparire e grazie alla formula della ospitalità diffusa, è tornato a nuova vita con le case del borgo ristrutturate per i “viaggiatori diffusi”.

A organizzarlo e gestirlo, una cooperativa, le “Donne di montagna” che alle famiglie riservano una accoglienza specifica con una serie di laboratori alla scoperta degli antichi mestieri del paese: la lavorazione del latte, della lana, del legno e del ferro, attività che per secoli hanno costituito la principale fonte di sostentamento della piccola comunità montana. Tra le proposte turistiche innovative, ma che rimandano a una tradizione antica, Ornica ha sviluppato recentemente quella dell’“Asinovia”: ovvero la possibilità di percorrere i sentieri accompagnati dall’asino, un tempo principale mezzo di trasporto di queste valli, oggi recuperato e valorizzato come “amico” dei più piccoli e delle famiglie per raggiungere l’alpe. Allo stesso modo la slitta, altro mezzo di trasporto un tempo diffuso, viene oggi proposto come divertimento per scendere dall’alpeggio al borgo storico.

Gli alloggi sono ricavati nel borgo antico, organizzati tramite un’unica reception, esattamente come un albergo: Cà del Cirillo, Cà Hius, Cà Tolae, Cà di Giustì, Cà di Lesandre., ma non mancano anche le classiche Baite immerse nella natura.

COSA FARE a Ornica:
Visite a Cornello del Tasso, il museo Etnografico di Valtorta e l’antico mulino di Baresi recentemente restaurato dal FAI.

A questo punto non ci resta che augurarvi
Buon “Viaggio Diffuso” e portateci i bambini!

Se volete informazioni, preventivi, o prenotare direttamente, inserite i vostri dati, il nome della struttura che vi interessa, numero adulti ed età dei bambini e periodo di soggiorno. 

(I tuoi dati sono al sicuro! Non saranno ceduti a terzi per nessun motivo e saranno utilizzati da Around Family esclusivamente per erogare il servizio da te richiesto. Inviando il modulo accetti il trattamento dei dati. Informativa Privacy).

Vuoi restare aggiornato su questa e altre destinazioni proposte da Around  Family? Iscriviti alla Newsletter!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...